Tutti i segni indicano la primavera: stelle e pianeti a marzo

Anche se i meteorologi parlano già di primavera: L'inizio calendariale della primavera è il 20 marzo. Alle 16:34 esatte del pomeriggio, il sole attraversa l'equatore e ritorna nell'emisfero nord. Questo giorno è l'equinozio, il sole sorge esattamente a est, sta verticalmente sopra il nostro equatore a mezzogiorno e tramonta esattamente a ovest.

Dal 21 marzo, le notti diventeranno di nuovo più corte, poiché il sole sorge qualche minuto prima e tramonta un po' più tardi ogni giorno. Il tempo per osservare le stelle diminuisce continuamente e la notte buia si riduce da circa nove ore all'inizio di marzo a circa sette ore e mezza alla fine di marzo.

Quali stelle, pianeti e oggetti celesti puoi osservare nelle notti di marzo, dove e quando esattamente puoi trovarli, quali ausili ottici sono raccomandati, lo scoprirai in dettaglio nella nostra Guida al cielo.

Delicato cono di luce all'orizzonte occidentale

Subito dopo il tramonto nel tardo crepuscolo serale, si può ora individuare la rara luce zodiacale sull'orizzonte occidentale all'inizio del mese, lontano dalla luce inquietante di paesi e città. Il delicato cono di luce può essere visto per una o due ore - e non è altro che particelle di polvere che orbitano intorno al sole e riflettono la sua luce.

Preparati per la primavera: Triangolo di primavera in alto nel sud

Il cielo serale è ancora dominato dalle costellazioni invernali. Il più prominente Orione con la rossastra e brillante Betelgeuse. Diagonalmente sotto Orione, Sirio nel Grande Cane brilla ancora molto intensamente. Lasciate che il vostro sguardo vaghi brevemente verso il nord: Qui si possono vedere le costellazioni circumpolari Grande e Piccolo Carro, Cassiopea e la famosa Polaris.

Ma da mezzanotte in poi, le costellazioni primaverili sono alte sopra le nostre teste: Leone, Custode dell'Orso e Vergine con le loro stelle principali Regolo, Arturo e Spica. Per trovarli, basta cercare l'imperdibile grande Bilancia, che si trova allo zenit proprio sopra le nostre teste verso mezzanotte. Allunga la sua barra verso l'orizzonte e hai trovato Arturo. Estendete ulteriormente il timone in un leggero arco e troverete la luminosa e bluastra Spica in Vergine. La costellazione del Leone si trova proprio sotto la grande Bilancia - la stella più luminosa Regolo è quindi già il terzo angolo del triangolo di primavera.

Pianeti: Venere ottiene due compagni

Bisogna aspettare le prime ore del mattino per i pianeti, perché le notti di marzo sono senza pianeti. Poi, però, verso le cinque del mattino, Venere diventa visibile per primo (alla fine di marzo già poco dopo le quattro e mezza). La luminosissima stella del mattino non può essere mancata e rimane visibile per quasi due ore, fino all'alba.

E Venere non viene da sola. È accompagnata da Marte, circa tre dita sotto di lei all'inizio del mese. Tuttavia, Marte è molto meno appariscente ed è luminoso come una stella.

Il nostro consiglio di osservazione: 12 marzo. Venere e Marte si troveranno allora a due soli millimetri di distanza.

La seconda compagna di Venere dovrà aspettare fino alla fine di marzo. Negli ultimi giorni di marzo, Saturno è di nuovo visibile - ed è anche molto più facile da vedere di Marte. Saturno era ancora chiaramente visibile nel cielo serale fino a dicembre dello scorso anno, ma poi si è allontanato ed è passato dietro il Sole nelle ultime settimane.

Il nostro consiglio di osservazione: 28 e 29 marzo. Poi Saturno è esattamente sotto Venere, Marte si è posizionato alla destra dei due. Il 31 marzo troverete Saturno tra Venere e Marte.

A proposito: anche se astrologicamente l'anno di Giove inizia il 20 marzo, Giove non è visibile a marzo. Il 5 marzo è in congiunzione, cioè esattamente dietro il Sole visto dalla Terra. Anche Mercurio e Nettuno non sono visibili a marzo.

Urano può essere visto nel cielo serale di marzo, ma ha bisogno di un buon telescopio o meglio ancora di un telescopio.

27 marzo: inizio dell'ora legale

E c'è un'altra data importante a marzo: il 27 marzo 2022, gli orologi cambieranno di nuovo. Dalle due alle tre del mattino, un'ora avanti.